Chi sono gli Urban Meadow, l’intervista alla band pop-punk italiana

Questa settimana nel mio salotto virtuale ho deciso di ospitare gli Urban Meadow, una band di giovanissimi che sta muovendo i suoi primi passi nel mondo della musica.
Reduci del successo ottenuto a Rampa di lancio su Radio Action (potete riascoltare il loro intervento radiofonico qui) ho pensato fosse interessante conoscerli meglio.

Benvenuti ragazzi. Parlatemi un po’ di voi. Quando avete iniziato a fare musica?
Ciao Emanuele, la band nasce nel 2017 da tre compagni di classe, Fede, Marco e Greg, appassionati di musica pop punk. Abbiamo iniziato trovandoci nelle sale prova per suonare cover di band e generi diversi, dai Coldplay ai Greenday, divertendoci e creando una solida amicizia.

Con l’arrivo di Davide verso la fine dell’anno, abbiamo iniziato a lavorare a dei nostri brani, in forma di demo, registrando strumenti e voci in un home studio casalingo da Fede.
Nell’estate del 2019 abbiamo iniziato a suonare in acustico in diversi eventi organizzati dal comune di Padova, come “Over the Ghetto” (organizzato da TEDxPadova), “Biennale Street Art” (1a edzione) a Padova ed Abano Terme. In questo periodo arriva anche Alessandro, batterista, completando la formazione e suonando in elettrico ad altri eventi come il concerto di beneficenza per la ricerca medica “We Say Stop!“.
Abbiamo deciso quindi di rendere disponibili i nostri primi brani caratterizzati da testo, musica e produzione propri nelle piattaforme digitali, raccolti nell’EP “Da Zero” (A Homercorded EP), registrato completamente a casa con la pretesa non di avere un ‘successo’ immediato ma di lascare traccia del nostro inizio per vedere come ci evolveremo e miglioreremo nel tempo. Da zero perché abbiamo iniziato come un gruppo che voleva innanzitutto divertirsi e creare qualcosa di proprio, lasciando spazio ad altre possibilità di energia e novità.

A cosa dobbiamo il nome della band “Urban Meadow”?
La band prende ispirazione dal conosciuto Prato della Valle, una delle più grandi piazze europee che contraddistingue la città di Padova, a cui siamo tutti legati, e da ciò deriva il nome ”prato urbano”.

Com’è nata On my own? E come sviluppate, in genere, i vostri brani?
Fede ha iniziato la produzione del singolo in seguito al sentimento di protesta negli USA nel Giugno 2020 con il movimento BLM, dalla quale è stato toccato. Insieme agli Hall Stop e Sal abbiamo raccolto quelle emozioni per esprimere una ”protesta” assai diversa da quella americana ma comune a molti piccoli artisti: la lotta per raggiungere uno spiraglio di luce nell’industria musicale, per farsi strada e diventare qualcuno in mezzo a questo fumo denso che rappresenta il panorama della musica ad oggi.

In questo brano, abbiamo unito stili e generi differenti per esaltare la diversità per creare qualcosa di nuovo e unico, grazie alla scrittura del testo da parte degli Hall Stop, Sal e Davide che si combina con la base tra hip-hop e chitarre elettriche.
Questa è stata la prima occasione di collaborare con altri artisti, con cui ci siamo trovati davvero bene e ammiriamo. Solitamente i nostri brani nascono da una linea vocale accompagnata da una chitarra che ci manda Davide, da cui poi parte il processo di costruzione dell’accompagnamento, o da una base strumentale di Fede, sulla quale poi gli altri aggiungono i loro strumenti e Davide scrive il testo.
Abbiamo inoltre pubblicato il video ufficiale del pezzo sul nostro canale YouTube, completamente registrato e montato in collaborazione con gli Hall Stop e il nostro riferimento per foto e video Marco Franchin.

Come e dove trovate la vostra creatività musicale?
Di solito prendiamo ispirazione da qualsiasi evento che ci capita e in qualche modo ci tocca. Può essere un evento storico particolare, come quello visto per “on my own” o anche un evento personale che suscita emozioni, sia positive che meno. Inoltre, ascoltando tutti molta musica, sicuramente risentiamo dell’influenza dei generi e artisti che ci piacciono e cerchiamo di rielaborare quegli aspetti che più ci coinvolgono facendoli nostri e unici.

Progetti per il futuro?
Il singolo “on my own” anticipa il nostro prossimo progetto intitolato “punkine“, EP di sei inediti in uscita a marzo. Questo lavoro rappresenta il mondo musicale da cui veniamo, il rock e il pop-punk, con uno sguardo alle scene attuali e anche future. Infatti, abbiamo cercato di unire (come si può sentire in “on my own“) elementi tipici del rock, tra cui chitarre e batteria acustica, con altri tipi del sound hip-hop e trap, sull’onda di ciò che ha fatto Machine Gun Kelly nel contesto americano e a cui ci sentiamo molto legati.

I brani esprimono bene le emozioni che ci hanno travolto quest’estate e negli ultimi mesi, alternati a sentimenti nostalgici e ricordi di un passato, forse un po’ idealizzato, che ci portiamo dietro e che è rappresentato bene dalla title track “punkine“.
A gennaio uscirà il secondo singolo estratto dall’EP che si chiama “Resta con me” e non vediamo l’ora di farvelo sentire!

Per restare aggiornati sulle sue prossime produzioni musicali potete seguire gli Urban Meadow su FacebookYouTubeInstagramSpotify, Apple Music.

© 2020 Emanuele Fardella

banner contatti.jpg
Seguici anche su Facebook e Instagram

I contenuti presenti su oltrelamusicablog.com dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma, salvo indicarne la fonte.
È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può considerarsi, pertanto, un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 2001

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...