Asia Argento e la sua ossessione per l’occulto [FOTO GALLERY]

dario_argento

Asia Argento è figlia dell’attrice Daria Nicolodi e del famoso regista e produttore italiano Dario Argento (figlio del produttore cinematografico Salvatore Argento). Il padre di Asia è meglio conosciuto per i suoi film horror negli anni ’70 e ’80, in particolare nel sottogenere “Giallo” che mescola occultismo, erotismo e orrore psicologico. Asia Argento avrebbe presto recitato in alcune delle sue produzioni.

Uno sguardo ai social media di Asia Argento rivela un eccesso di immagini relative al mondo dell’occulto. Ciò lascia chiaramente intendere la sua devozione alle arti magiche e alle correnti luciferine.

Asia__argento_strega.png

Una delle ultime foto pubblicate dall’artista sul suo profilo ufficiale Instagram ritrae la copertina del libro “La Magia Rossa” di G. Frank Ripel, che tratta della magia cerimoniale di Aleister Crowley e dell’Antico e Mistico Ordine della Rosa-Croce, accompagnata dalla didascalia “Red Magick for the Red Witch“. 

Asia__argento_Baphomet

Tra le diverse foto che hanno catturato la mia attenzione anche quella in cui Asia fa il noto segno della mano “come in alto, così in basso”. Per non lasciar adito ad alcun dubbio l’artista ha inserito la didascalia: “As Above So Below“. 
Questa simbologia è estremamente importante negli ambienti occulti. Si tratta di una nota formula ermetica che trova la sua massima espressione nella rappresentazione del Baphomet di Eliphas Levi e sulla carta dei tarocchi “Il Mago“.

Così_in_alto_come_in_basso

Non mancano chiari riferimenti a Lucifero.

Questo slideshow richiede JavaScript.

È evidente come l’Argento utilizzi i suoi social media per ostentare agli oltre 427 mila followers i simboli e le ideologie dell’occultismo. E se pensate di aver visto già abbastanza vi sbagliate. 
Sfogliando la sua instagram-gallery ci si imbatte in foto sempre più esplicite: dal simbolo del 666 al pentacolo rovesciato, fino a un documentario sulla stregoneria.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ma la sua devozione per l’occultismo si palesa anche in fotografie in cui l’attrice mostra “l’occhio che tutto vede” (noto simbolo che fa riferimento allo studio dei misteri e spesso associato a pratiche occulte). Immagini in cui mette in bella mostra anche i suoi due figli (Nicola e Anna Lou) che, ahimè, sembrano seguire le orme della madre.

Questo slideshow richiede JavaScript.

D’altronde l’artista non è nuova a questo genere di cose: nel dicembre del 2017 si fece notare al Torino Film Festival per la messa in scena di un rituale blasfemo (clicca qui per guardare il video) che lasciò il pubblico alquanto basito.
Ciò che più mi rattrista, leggere i numerosi commenti di apprezzamento da parte dei suoi followers, molti dei quali non conoscono neanche lontanamente l’origine e il significato di quei simboli divulgati con forza e prepotenza.

Non lasciatevi raggirare da Satana, non ignorate le sue macchinazioni” [versetto tratto dalla Bibbia, II Corinzi 2:11]

SnapShot(14)Clicca qui per seguirci anche su Facebook

Annunci

Un commento

I commenti sono chiusi.