“Materia” il nuovo videoclip degli Atlas: Quando musica e cinema si incontrano [VIDEO]

Prendete i Planet Funk, aggiungete un po’ di Jamiroquai, una spruzzata di Subsonica, un goccio di Bluvertigo e un pizzico di Jovanotti. Fatto? Bene, adesso shakerate il tutto e collegate le cuffie al vostro ipod. Tenetevi pronti ad ascoltare qualcosa di assolutamente originale: si chiamano Atlas e sono una band lucchese nata nel 2017 con l’idea di fondere l’arte musicale a quella cinematografica.
Il loro merito è quello di aver dato vita a un progetto innovativo che potremmo definire “musicinematografico“. I loro brani, infatti, non sono accompagnati da semplici videoclip di supporto bensì da cortometraggi pensati e studiati per stimolare il senso critico dei telespettatori. È presente un lavoro accurato e ricercato a livello di testi e composizioni, ma ben più importanti sono le ispirazioni delle liriche: testi e temi esclusivamente maturi che nascono da approfondite riflessioni scientifiche e filosofiche senza mai risultare pretenziosi. Suoni e testi si coniugano alla perfezione con la voce di Carlo Fusi, leader del progetto, aumentandone la capacità espressiva del cantante.

photo139

In “Sistemi alternativi, primo singolo degli Atlas, ci si immerge in atmosfere elettroniche, accompagnati da un forte accento dei bassi, alla ricerca di un mondo migliore di quello in cui si è costretti a vivere, un mondo alternativo in cui correggere tutti gli errori. banner03Il secondo singolo dal titolo “Materia” conferma la buona impressione che mi ero fatto ascoltando “Sistemi alternativi“. Fidatevi se vi dico che il brano oltre ad essere piacevole è arrangiato in modo ineccepibile: chitarra (Christian Buoro), tastiera (Ferdinando Bani) e basso (Luca Silvestri) sono sorretti da una batteria (Andrea Panelli) che scandisce il ritmo creando un intrigante e seducente atmosfera.

Insomma, il progetto Atlas al momento mi convince. E pure parecchio. In queste due prime produzioni musicali sono stati in grado di mescolare con intelligenza e acume i mood più diversi (pop, funk e un pizzico di rap). Hanno dato prova della loro verve compositiva e del loro guizzo produttivo sperimentando nuove sonorità senza rinunciare a riff puri e semplici.
Non ci resta che attendere l’uscita del loro prossimo singolo (e relativo cortometraggio) già programmato per Maggio 2018.
Per restare aggiornati sulle loro ultime produzioni musicali e cinematografiche potete seguire gli Atlas su Facebook, YouTube, Instagram e Twitter

SnapShot(14)Clicca qui per seguirci anche su Facebook

Annunci