Kurt Cobain, la lettera del suicidio diventa una t-shirt!

Kurt Donald Cobain è stato un cantautore e un chitarrista. Nel 1987 con Krist Novoselic ha formato i Nirvana, la band che divenne uno dei gruppi leader della scena rock statunitense. Il personaggio di Cobain è diventato un’icona vera e propria fra i giovani di ormai quasi due generazioni, a tal punto da influenzare ancora oggi sia la musica che la cultura giovanile.

Su un sito per appassionati di moda è apparsa recentemente una novità, indicata come “offerta speciale”. Si tratta di una T-shirt con un particolare testo: la lettera suicida che Kurt Cobain ha indirizzato alla sua famiglia.

Apprezzata dai “fashion blogger”, che rivestono un ruolo molto importante nella nostra società, poiché influenzano tantissimi giovani nel loro modo di vestirsi e di vivere, la maglietta è diventata rapidamente un successo e ne sono state vendute centinaia di copie.

La stilista della T-shirt ha ricevuto aspre critiche per aver approfittato della tragedia ma ciò non ha fermato la divulgazione della sua opera.

cobain-suicide-shirt-etsy

Chi compra una t-shirt del genere fa un danno non solo a Kurt ma anche alla sua famiglia.”

Queste maglie sono un insulto alla leggenda di Kurt, così come ai suoi cari, ai suoi fan devoti e soprattutto alle persone che soffrono di depressione. Il comportamento suicida non è una dichiarazione di moda. Queste T-shirt non fanno altro che alimentare tendenze suicide nelle persone facilmente suggestionabili che considerano ciò che è successo a Cobain come un qualcosa di cool e glamour.”

Purtroppo, la meschina voglia di lucrare sulla morte delle star, da sempre accompagna il mondo della musica e rappresenta un modo crudo e spietato per fare soldi. La dolorosa lettera scritta da Kurt Cobain poco prima di togliersi la vita non può rappresentare un’immagine da stampare su una T-shirt, non può rappresentare una moda.

Courtney Love, ex moglie di Cobain, sulla sua pagina Twitter, ha pubblicato una foto con scritto:

“Non so che cosa sia più disgustoso, se chi la sta vendendo o le persone che la stanno comprando.”

Nella storia non abbiamo mai assistito ad un crollo dei valori morali così acuto. Viviamo in una società che si identifica con la morte, con la guerra e con la distruzione. Basti pensare a come Cobain finisce la propria lettera:

cobain_2

“E non ho più nessuna emozione, e ricordate, è meglio bruciare in fretta che spegnersi lentamente”.

Perché rifiutare l’amore di Dio e il Suo proposito per ogni essere umano? Affidandoci a Lui possiamo vivere il frutto della Sua azione nella nostra vita: amore, gioia, pace, benevolenza e bontà. Non lasciamoci sfuggire, quindi, questa possibilità e questo meraviglioso dono!

“Salvatevi da questa perversa generazione” (Atti 2:40).

Articolo su gentile concessione di “Notizie dal Fronte”

Snapshot(23)https://www.facebook.com/notiziedalfronte

Snapshot(22)https://www.facebook.com/latooccultodellamusica

Annunci